Biografia

"Una consapevolezza universale del legame che sussiste tra Scienza e Spiritualità, tra Mente, Corpo e Spirito."

Lucia Tirinnanzi nasce a Firenze il 3 giugno 1967; nella sua giovinezza si intrecciano filosofia, appartenenza e tradizione. La sua prima formazione avviene in modo tradizionale attraverso la Filosofia Occidentale Classica, la quale, con il passare degli anni, non sarà più sufficiente a chiarire tutti i suoi dubbi. Il suo spirito necessita di aprirsi a nuovi orizzonti e trascendere la filosofia classica, per rispondere a quelle domande che in modo prepotente si insinuano nella sua vita; Lucia sente il bisogno di aderire alla conoscenza del nostro “autentico progetto interiore”. Dal momento che la visione Occidentale non sembrava fornire risposte esaustive, Lucia si avvicina alla Filosofia Orientale ed immediatamente prende le distanze dal seme gettato da Cartesio 4 secoli fa. Comprende subito la visione olistica Orientale in cui si riconosce a pieno, imparandone gli insegnamenti; ben presto, con attenzione e amore, fa della Filosofia Orientale il suo stile di vita. Ma Lucia non apprende solo per se stessa, ma comincia a prendersi cura delle persone attraverso la maestria del Reiki. Durante il suo cammino formativo incontra numerosi Maestri che apportano approfondimenti e cambiamenti significativi nella sua vita. Nel 2000 ad Assisi incontra il suo insegnante Wayne Dyer, dove comincia il suo studio in” Un Corso in Miracoli”; continuerà poi la sua formazione con il dottor Wayne Dyer fino al 2015, nel momento in cui promette a se stessa di portare i suoi insegnamenti in ogni azione della sua vita, per sé e per gli altri.

In seguito frequenta la famosa Inca Ealing School; incontra le sue vite antecedenti, che la riportano nelle Ande a riconoscere i lignaggi Antichi delle donne Nūsta Karpay; sperimenta i 7 riti di iniziazione e completa la formazione in Master Reiki Andino con il suo insegnante Don Arnaldo Quispe, psicologo e sciamano, iniziato dalla sua stirpe di discendenza Cusco (Perù); prende il nome di Takiruna e conseguentemente affronta tutte le iniziazioni sciamaniche dell’ Amazzonia.

La sua conoscenza derivante dalle numerose esperienze si intreccia con la volontà di essere un ponte tra i mondi. Lucia prosegue il suo cammino di conoscenza proprio perché avverte l’esigenza di una consapevolezza universale del legame che sussiste tra Scienza e Spiritualità, tra Mente Corpo e Spirito. Questa consapevolezza è il fine del suo percorso, un obiettivo primario che la induce a fondare l’ associazione culturale “l’Occhio della Terra”